Intervista Esclusiva a Chiara Bordi e Caterina Forza su Prisma 2: Scopri le Novità!

Contenuti dell'articolo

prisma: la serie che riflette le complessità contemporanee

Poche opere narrative riescono a rispecchiare l’essenza del loro tempo piuttosto che limitarne a riprodurla. Prisma è una di queste rare eccezioni. Ludovico Bessegato, Alice Urciuolo e Francesca Scialanca hanno realizzato questo coming-of-age con una cura e un’attenzione non comuni. Il segreto della serie risiede nella sua capacità di dare spazio e importanza sia alla rappresentazione che alla rappresentanza, sia davanti che dietro la telecamera.

una rappresentazione autentica e rispettosa

Prisma esplora la fluidità delle identità, immergendosi nelle vite di coloro che esistono al di fuori del binarismo tradizionale. La narrazione riesce a restituire al pubblico le vicende senza trasformarle in oggetti di voyeurismo o banalizzarle. Questo approccio evita pietismi artificiali e storie di soprusi fini a sé stesse, proponendo un racconto LGBTQIA+ attento e in sintonia con gli spettatori. Tale livello di rappresentazione è essenziale e deve essere sostenuto indipendentemente dalle logiche delle piattaforme di streaming.

le impressioni delle protagoniste

chiara bordi e caterina sforza

Chiara Bordi e Caterina Sforza, interpreti rispettivamente di Carola e Nina, condividono opinioni entusiastiche sulla serie. Sforza commenta: “Prisma è una serie che fa bene a chi la guarda. Quando mi chiedono se vale la pena recuperarla, dico che è un favore che fai a te stesso.” Bordi aggiunge: “Si tratta di un modello particolare, abbiamo bisogno di più Prisma e di più serie come questa.”

In apertura di post trovate la video intervista completa a Chiara Bordi e Caterina Forza, mentre qui è disponibile quella a Mattia Carrano, Lorenzo Zurzolo e Ludovico Bessegato. La seconda stagione di Prisma è disponibile dal 6 giugno su Amazon Prime Video.


Scopri di più da Jump the shark

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli via e-mail.