Netflix e la Polemica su Alessandro Magno: La Svolta Gay della Serie fa Discutere

Il documentario “Alexander: The Making of a God” e la questione dell’orientamento sessuale

La controversia sul ritratto di Alessandro Magno

Il recente rilascio di una docuserie in sei parti, intitolata “Alexander: The Making of a God”, ha attirato l’attenzione degli spettatori di Netflix e ha suscitato reazioni miste. La serie mira a esplorare il cammino straordinario di Alessandro Magno, dalla giovinezza in esilio alla costruzione di un impero che si estendeva dalla Grecia fino a parte dell’India, realizzato in meno di sei anni. Riconosciuto universalmente come uno degli imperatori più influenti della storia, il giovane macedone ha ampliato i suoi confini fino all’India nordoccidentale, affermandosi come uno dei più brillanti comandanti militari di tutti i tempi.

La rappresentazione di Netflix e la risposta del pubblico

Un particolare della serie ha generato discussione: la raffigurazione di Alessandro in scene di intimità con un altro uomo. Alcuni spettatori hanno espresso disappunto per questa scelta narrativa, ritenendo che il servizio streaming avesse alterato l’orientamento sessuale del personaggio storico.

Difesa storica dell’orientamento sessuale di Alessandro

Nonostante le critiche, numerosi utenti hanno sottolineato che, secondo varie fonti storiche, è verosimile che Alessandro Magno avesse relazioni anche con persone dello stesso sesso, in linea con le usanze della sua epoca. Commentatori come The Britisher Paz49 e Damin Toell hanno rimarcato che la rappresentazione di Netflix rientra nel contesto storico-culturale dell’antica Grecia.

Fonti antiche sulla vita privata di Alessandro

Già nel I secolo, lo storico Quintus Curtius Rufus descriveva Alessandro come disinteressato ai piaceri sensuali con le donne, tanto che sua madre si preoccupò della sua capacità di generare eredi. Anche il tentativo di inviargli la cortigiana Callixena dalla Tessaglia si rivelò vano.

Alessandro Magno tra storia e interpretazioni moderne

Sebbene sia noto che in antica Grecia fossero comuni le relazioni omosessuali e bisessuali, e pur avendo Alessandro avuto tre mogli e almeno un figlio, le fonti storiche non offrono un’immagine univoca riguardo alla sua vita sessuale. La serie Netflix lo illustra innamorato del suo amico d’infanzia e comandante militare Efestione, e accenna anche a relazioni con uno dei suoi generali, Tolomeo. La dottoressa Salima Ikram dell’American University of Cairo suggerisce che Efestione fosse non solo un compagno fedele, ma forse il più grande amore di Alessandro.

Disponibilità su piattaforme digitali

“Alexander: The Making of a God” è disponibile ora su Netflix.

– Alexander: The Making of a God
– Netflix
– Quintus Curtius Rufus
– Efestione
– Salima Ikram
– American University of Cairo
– Tolomeo


Scopri di più da Jump the shark

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli via e-mail.