The Bikeriders: La Mascolinità e l’Identità dei Motociclisti negli Anni ’60

Contenuti dell'articolo

the bikeriders, una storia di bikers attraverso un nuovo sguardo

Born to Be Wild” degli Steppenwolf ha rappresentato per decenni l’inno alla libertà dei bikers. Ma nel film The Bikeriders, questa idea di libertà viene completamente rivisitata. Jeff Nichols, autore e regista del progetto distribuito da Focus Features e Universal Pictures, presenta il suo lavoro il 19 giugno 2024. La storia trae ispirazione dal libro di Danny Lyon, fotoreporter che seguì per dieci anni un gruppo di motociclisti tra la fine degli anni ’60 e l’inizio degli anni ’70.

inspirazione e narrazione

Nichols scoprì il libro di Lyon circa vent’anni fa, rimanendone fortemente impressionato. Ora, desidera renderlo accessibile a un pubblico più ampio. Ambientato alla fine degli anni ’60, The Bikeriders segue la nascita del gruppo di motociclisti chiamato “Vandals“. Il reporter Danny Lyon (interpretato da Mike Faist) documenta le loro esperienze in un contesto di bevute, scazzottate nei bar, picnic con corse nel fango e racconti al falò.

la prospettiva femminile di kathy

Un elemento distintivo di The Bikeriders è la narrazione dal punto di vista femminile, incarnato da Kathy (interpretata da una straordinaria Jodie Comer). Accidentalmente entrata in un bar, Kathy si ritrova in sella a una moto dietro l’enigmatico Benny (Austin Butler). Dopo cinque mesi, Kathy sposa Benny e diviene parte dei Vandals di Chicago.

  • Zipco (Michael Shannon)
  • Funny Sonny (Norman Reedus)
  • Cal (Boyd Holbrook)
  • Brucie (Damon Herriman)
  • Wahoo (Beau Knapp)
  • Cockroach (Emory Cohen)
  • Corky (Karl Glusman)
  • The Kid (Toby Wallace)

personaggi e dinamiche relazionali

Il leader del gruppo è Johnny, interpretato da Tom Hardy. Johnny è un capo stanco che cerca un successore, individuato in Benny. Ma quest’ultimo è difficile da comprendere e da gestire. Johnny si ispira a Johnny Strabler del film “Il Selvaggio” di Marlon Brando e adotta come mantra la celebre domanda “What do you got?”.

Benny è una figura alla James Dean, un “bello e dannato”. Il suo interesse primario è cavalcare la sua motocicletta e