Spike in Buffy La Cacciatrice: James Marsters avrebbe ucciso il suo personaggio

Contenuti dell'articolo

Spike in Buffy La Cacciatrice: James Marsters avrebbe ucciso il suo personaggio

Jmarsters, noto per aver interpretato il vampiro Spike in “Buffy l’Ammazzavampiri”, ha recentemente confessato che, se fosse stato nelle sue mani, avrebbe fatto fuori il suo personaggio già da tempo, per non dare alla storia una piega che gli sarebbe sembrata dannosa.

Il cambiamento di prospettiva dei fan

Marsters ha affermato che inizialmente, il suo personaggio era stato introdotto nella storia per essere un antagonista, una figura da battere. Tuttavia, il crescente affetto dei fan per Spike e la loro speranza di vederlo protagonista di una storia d’amore con Buffy avrebbe portato l’attore a sentire che il suo personaggio minava l’essenza dello show. Marsters si è così immaginato come un produttore pronto a interrompere questa tendenza, ponendo fine alla vita di Spike.

Il ruolo dei vampiri nella serie Buffy

Secondo Marsters, il ruolo dei vampiri in “Buffy l’Ammazzavampiri” non era mai stato quello di protagonista, ma servivano come metafore per le difficoltà affrontate dagli adolescenti nella vita reale. La cacciatrice di vampiri principale, Buffy, si scontrava con loro, e il loro destino era quello di essere sconfitti e morire. Lo scopo di questi vampiri non era quello di commuovere il cuore degli spettatori, ma di rappresentare le sfide da superare.

Spike, un personaggio difficile da gestire

Marsters ha ricordato che agli inizi di ogni stagione gli sceneggiatori non sapevano cosa fare del suo personaggio, poiché non avevano in mente un arco narrativo ben definito per lui. Ma alla fine, riuscivano sempre a trovare delle soluzioni per inserire Spike nella trama, facendolo passare dalla figura del cattivo, al vicino stravagante, al fidanzato sbagliato, all’uomo caduto in cerca di redenzione e infine a un eroe in qualche modo riuscito a cambiare la sua natura.

Conclusioni

Le dichiarazioni di Marsters pongono l’accento su come l’evoluzione dei personaggi e la percezione del pubblico possano influire sulle scelte creative degli autori e have risvolti inaspettati nel corso di una serie. Tuttavia, il fatto che Spike sia rimasto un elemento importante di “Buffy l’Ammazzavampiri” dimostra come, talvolta, queste scelte possano portare a sviluppi interessanti e sorprendenti.


Scopri di più da Jump the shark

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli via e-mail.